I PRIMI PASSI CHE LE SCUOLE DEVONO EFFETTUARE IN VISTA DELLA PARTECIPAZIONE AI BANDI PON PER LA SCUOLA

Partecipare a un bando per un finanziamento relativo ai PON PER LA SCUOLA comporta il passaggio attraverso alcune fasi che complessivamente si svolgono in circa 8 mesi.

I tempi  del ciclo del progetto sono quindi piuttosto celeri, perché in questo periodo si parte dalla richiesta di partecipazione  e si giunge alla sua completa realizzazione.

1. SCHEDA DI AUTODIAGNOSI

Per facilitare la realizzazione dei progetti è dunque utile oltre che previsto dai programmi del Ministero, redigere una SCHEDA DI AUTODIAGNOSI  della scuola.

Si tratta di una scheda che può essere scaricata con il seguente link: http://pon.agenziascuola.it/portale/documenti/allegato3.doc

La scheda è divisa in sezioni (personale scolastico, studenti, le strutture e le infrastrutture, i rapporti della scuola con le famiglie e il territorio).

Vi è un questionario che sottopone quesiti relativi alle varie sezioni sopra indicate, chiedendo di attribuire una votazione da 1 a 5 indicativa dello “stato di salute”.

In tal modo si possono identificare le priorità relative alle criticità della scuola, al fine di individuare i 3 fattori di intervento su cui investire in futuro. Tali fattori vengono elencati nella parte finale della scheda e costituiscono la base per redigere il Piano Integrato degli Interventi.

2. PIANO INTEGRATO DEGLI INTERVENTI

Una volta identificati i punti di forza e le criticità in funzione del POF, si passa all’elaborazione del piano integrato degli interventi, che prevede il coinvolgimento del corpo docente e non docente e che dovrà essere approvato dal Collegio Docenti.

Si tratta quindi dell’insieme di proposte che costituiscono un piano per il miglioramento della qualità dei servizi offerti dall’istituto scolastico. Il dirigente scolastico o persona da lui/lei abilitata, dovranno quindi inserire nel sistema di gestione, con data e  protocollo di approvazione.

Per redigere un Piano Integrato degli Interventi è necessario :

  • conoscere bene i bisogni della scuola
  • conoscere bene i prodotti e il mercato
  • saper individuare i prodotti in base ai bisogni

Il Dirigente Scolastico, nel momento in cui viene presa la decisione di partecipare ai bandi PON, deve organizzare un gruppo di lavoro di cui dovrebbero entrare a far parte oltre al Dirigente dei Servizi Amministrativi, i responsabili dei dipartimenti interessati (ad esempio il responsabile del Laboratorio Linguistico laddove fossero individuate criticità) coloro che posseggono le professionalità e le competenze per poter elaborare il progetto.